arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Disposizioni transitorie e di coordinamento

DISPOSIZIONI TRANSITORIE E DI COORDINAMENTO

Articolo 38
SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

1. In caso di scioglimento dell’Associazione, l’Assemblea dei Quadri nominerà uno o tre liquidatori determinandone i poteri e le modalità di azione e detterà le norme circa la devoluzione dell’eventuale patrimonio residuo, tenendo conto che parte di tale patrimonio potrà essere devoluto ad altra associazione avente finalità analoghe ovvero a fini di pubblica utilità, benefici ed assistenziali.

Articolo 39
ADEGUAMENTO ALLO STATUTO DI UNASCOM

1. L’Associazione riconosce che  la denominazione Confcommercio – Imprese per l’Italia ed il relativo logo sono di proprietà di  Confcommercio – Imprese per l’Italia e la loro adozione ed utilizzazione è riservata alle associazioni aderenti al sistema confederale ed è condizionata alla permanenza del vincolo associativo ed all’appartenenza dell’Associazione al sistema stesso attraverso l’adesione ad Unascom.

2. L’Associazione si impegna ad accettare le deliberazioni del Collegio dei Probiviri di cui all’art. 40 dello Statuto di Unascom. Accetta altresì la clausola compromissoria di cui all’art. 41 dello Statuto di Unascom e si impegna ad accettare le decisioni del Collegio arbitrale di cui all’articolo medesimo.

3. L’Associazione accetta le norme in materia di iniziative di sostegno, nomina di un Delegato, commissariamento, recesso ed esclusione di cui agli art. 21, 22, 23, 24 e 25 dello Statuto di Unascom.

Articolo 40
NORME TRANSITORIE

1. Il presente Statuto entra immediatamente in vigore dalla data della delibera assembleare di approvazione dello stesso, salvo quanto previsto nei successivi commi.

2. L’Assemblea dei Quadri per l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo dovrà aver luogo entro il 30.09.2010.

3. Ai fini della composizione dell’Assemblea dei Quadri così indetta, rimangono efficaci le elezioni dei fiduciari, dei delegati e dei rappresentanti dei Sindacati o Gruppi di Categoria già effettuate alla data di entrata in vigore del presente Statuto, salvo la verifica in capo agli eletti, secondo le norme del presente Statuto, dei requisiti di composizione di cui all’articolo 17.
 

Top