arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Organi associativi: disposizioni generali

DISPOSIZIONI GENERALI

Articolo 17
COMPOSIZIONE

1. I componenti degli organi associativi collegiali e monocratici possono essere imprenditori, professionisti, lavoratori autonomi, ovvero, con deleghe operative, collaboratori familiari degli stessi che prestino la loro collaborazione da almeno due anni, nonché legali rappresentanti di società ovvero, con deleghe operative, soci o associati in partecipazione alla stessa, che aderiscono all’Associazione ai sensi dell’art. 10 del presente Statuto e che siano in regola con il pagamento delle quote associative.
    
2.  Non possono ricoprire cariche sociali coloro che si siano resi responsabili di violazione del presente Statuto, del Codice Etico, di Regolamenti o di Deliberati degli Organi dell’Associazione.

3. E’ ammessa la rieleggibilità dei componenti, salvo quanto disposto all’art. 22 per il Presidente.

4.  Le cariche sociali ricoperte dagli associati sono a titolo gratuito. I componenti  del Consiglio Direttivo e del Comitato di Presidenza sono coperti da assicurazione in itinere per infortunio causante morte o invalidità permanente.

Articolo 18
INCOMPATIBILITA’

1. La carica di Presidente, Vice Presidente Vicario, membro del Consiglio Direttivo e del Comitato di Presidenza è incompatibile con mandati elettivi ed incarichi di governo a livello europeo, nazionale, regionale, provinciale, comunale, circoscrizionale e con incarichi politici ed organizzativi presso i partiti politici e presso movimenti, associazioni, circoli che per esplicita previsione statutaria e /o per costante impostazione programmatica siano collegati ai partiti politici.

Articolo 19
RISPETTO DEI REQUISITI

1. Il Consiglio Direttivo dovrà verificare che i candidati alla carica di consigliere abbiano i requisiti di cui agli articoli 17 e 18 e deliberare, nel caso in cui ne venga ravvisata la mancanza, l’esclusione della candidatura dell’interessato.

2.  Spetta altresì al Consiglio Direttivo verificare che i neoeletti componenti dell’Assemblea dei Quadri abbiano i requisiti previsti dall’articolo 17 e deliberare, nel caso in cui ne venga ravvisata la mancanza, l’invalidità della nomina ed il subentro dei primi dei non eletti in possesso dei requisiti di cui all’articolo 17.

3. La perdita dei requisiti previsti agli articoli precedenti in capo ai componenti degli organi associativi, collegiali o monocratici comporta la decadenza di diritto dalla carica ricoperta. La decadenza è dichiarata con delibera del Consiglio Direttivo alla prima riunione utile. La delibera di decadenza è comunicata a mezzo lettera raccomandata al componente decaduto entro 10 giorni dalla sua adozione. Entro 15 giorni dalla comunicazione della delibera, il componente decaduto può proporre ricorso al Collegio dei Probiviri. La delibera di decadenza diventa efficace decorsi 15 giorni dalla predetta comunicazione. Il ricorso ha effetto sospensivo dell’efficacia della delibera di decadenza.

Articolo 20
DIRETTORE

1.  Le disposizioni di cui all’art. 18 si applicano anche al Direttore.

Articolo 21
DURATA

1.  Tutte le cariche elettive hanno durata quinquennale.
Vengono comunque considerate come ricoperte per l’intera durata le cariche rivestite per un tempo superiore alla metà del mandato.

Articolo 22
RIELEGGIBILITA’ DEL PRESIDENTE

1.  Il Presidente può essere rieletto una sola volta consecutivamente.


 

Top