arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Portobuffolè

Sindaco : Andrea Sebastiano Susana


Piazza Vittorio Emanuele, 1 31019 
tel. 0422/850020    Fax 0422/850267 
portobuffole@tin.it 

orario al pubblico:
tutti i giorni 10.00 - 12.30 sab. 10.00 - 12.00
lun. 17.00 - 18.00

Un minuscolo, delizioso, scenario veneziano. Citato nei documenti storici del X secolo, divenne importante approdo fluviale al tempo della Serenissima. Ci si muove tra calli e campielli, palazzetti e logge, in una miniatura di citta’, dominata dall’alta torre del Fondaco. La casa di Gaia da Camino, ricordata da Dante nel Purgatorio, qui morta nel 1311, ha pareti affrescate di buona fattura. Nella cinta muraria, la porta, volta a Pordenone, e’ ornata dal leone di San Marco andante (un altro, in moeca, e’ sulla facciata del Monte di Pieta’, poco distante) il cui libro manomesso dai francesi, reca la scritta "Diritti e doveri dell’uomo e del cittadino", in luogo del tradizionale "Pax Tibi Marce Evangelista Meus". Un’ariosa villa dei Giustiniani di fine Seicento accoglie ora gli ospiti di un albergo di pregio.
Il duomo fu, nei tempi del massimo fervore della citta’, sinagoga ebraica.

Top