arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube
Comunicazione

SeacInfo

SeacInfo

17/9/2019 - Interventi di manutenzione straordinaria 'declassati' ad ordinaria: l'Agenzia conferma la detraibilità ai fini del recupero edilizio

SeacInfo Fiscale
Interventi di manutenzione straordinaria 'declassati' ad ordinaria: l'Agenzia conferma la detraibilità ai fini del recupero edilizio
Con Risposta ad Interpello 16 settembre 2019, n. 383, l‘Agenzia delle Entrate ha confermato i criteri generali per l'individuazione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria allo scopo di definire la loro detraibilità ai fini del recupero edilizio. Richiamando il D.Lgs. 25 novembre 2016, n. 222 e il D.M. 2 marzo 2018, è stato osservato come alcuni interventi edilizi prima classificati come manutenzione straordinaria siano stati declassati a manutenzione ordinaria, rendendo dubbia la loro detraibilità. L'Agenzia, rifacendosi al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, ha ribadito i requisiti distintivi di ciascuna tipologia di manutenzione (riparazione o innovazione dell'edificio esistente) e ha chiarito come le modifiche recate dal citato D.Lgs n. 222/2016 non riguardino la definizione degli interventi e non abbiano effetti sulle detrazioni previste.Nel caso di specie è stata ammessa la detraibilità della sostituzione dei serramenti esterni con altri di diversa tipologia che, prima inquadrabile come manutenzione straordinaria (art. 3, comma 1, lett. b) D.P.R. n. 380/2001) è ora stata declassata a 'opera realizzabile in attività di edilizia libera'.A causa della natura tecnica della valutazione, l'Agenzia ha richiesto un parere al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al fine di stabilire che le modifiche normative intervenute non abbiano ridisegnato il confine tra manutenzione straordinaria ed ordinaria, con conseguenze dirette sulla detraibilità degli interventi.

17/9/2019 - Cause ostative al regime forfetario: Interpello

SeacInfo Fiscale
Cause ostative al regime forfetario: Interpello
Con Risposta 16 settembre 2019, n. 382, l'Agenzia delle Entrate ha risposto ad un quesito inerente alle cause ostative al regime forfetario.Nel caso evidenziato, la contribuente ha conseguito sia redditi di lavoro autonomo sia redditi di lavoro dipendente nei confronti del medesimo datore di lavoro, già prima dell'entrata in vigore della lettera d-bis), comma 57, Legge n. 190/2014. Di conseguenza, la causa ostativa non trova applicazione perché i due rapporti di lavoro persistono senza modifiche sostanziali per l'intero periodo di sorveglianza. Non si verifica infatti alcuna trasformazione di attività di lavoro dipendente in attività di lavoro autonomo che la causa ostativa intende evitare.

17/9/2019 - Indebita compensazione dei contributi previdenziali: no reato dell'imprenditore

SeacInfo Amministrazione del personale
Indebita compensazione dei contributi previdenziali: no reato dell'imprenditore
La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 38042 del 13 settembre 2019, ha statuito che l'imprenditore che compensa indebitamente i contributi previdenziali non commette reato ai sensi dell'articolo 10 quater del D.Lgs n. 74/2000.I giudici, infatti, hanno precisato che tale articolo è diretto a sanzionare esclusivamente le violazioni in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, non facendo espresso riferimento ad altri inadempimenti.

17/9/2019 - Responsabile il preside per l'infortunio dello studente in quanto datore di lavoro

SeacInfo Amministrazione del personale
Responsabile il preside per l'infortunio dello studente in quanto datore di lavoro
In tema di prevenzione infortuni nelle istituzioni scolastiche, la Cassazione ha statuito che il dirigente scolastico è responsabile dell'infortunio accaduto allo studente all'interno dell'istituto.Con la Sentenza n. 37766 del 12 settembre 2019, la Suprema Corte ha confermato la responsabilità del dirigente per il reato di lesioni colpose gravi nei confronti di uno studente, con violazione della disciplina antinfortunistica. Il dirigente, infatti, è un peculiare datore di lavoro con poteri gestori, destinatario dell'obbligo di sicurezza, che, per emarginare eventuali situazioni di pericolo, deve sollecitare la Provincia e non raccomandarsi a soluzioni 'artigianali'.

17/9/2019 - Sanzioni sulla sicurezza: no responsabilità in solido della società

SeacInfo Amministrazione del personale
Sanzioni sulla sicurezza: no responsabilità in solido della società
La società non risponde in solido per le sanzioni inflitte al manager che viola gli obblighi di sicurezza sul lavoro, ad eccezione dei casi in cui la stessa sia responsabile di illeciti amministrativi ai sensi del D.Lgs 231/2001 (omicidio colposo o lesioni gravissime del lavoratore).È quanto ha statuito la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 38260 del 16 settembre 2019, con la quale ha respinto il ricorso della dirigente di una società in house di un Comune avverso la confisca dei propri beni personali. La manager era stata condannata per peculato.

17/9/2019 - Indice TFR del mese di agosto 2019

SeacInfo Amministrazione del personale
Indice TFR del mese di agosto 2019
L'Istituto centrale di statistica ha reso noto che l'indice dei prezzi al consumo per il mese di agosto 2019 è pari a 103,2 punti.L'incidenza percentuale della differenza rispetto all'indice in vigore al 31 dicembre 2018 è pari a 1,077375; il calcolo del coefficiente di rivalutazione si esegue sommando il 75% di tale valore con un tasso fisso dell'1,5% annuo, per cui si avrà un indice di rivalutazione del TFR pari a 1,808031%.

Top